Premessa Generale

"Le Verità Nascoste"


LA STORIA DELL'ARCHIVIO VASARI si sviluppa e caratterizzata, già a partire dagli anni 90, all'insegna di una vera e propria GUERRA GIURIDICA ED ECONOMICA.

IL MOTIVO UFFICIALE del contendere, tra funzionari della Soprintendenza Archivistica per la Toscana e la Famiglia dei Conti Festari Rasponi Spinelli, legittima proprietaria per successione ereditaria del Bene dal 1687, sono la PROPRIETA' ED IL POSSESSO DELL'ARCHIVIO STESSO.

NEL CORSO DI QUASI 30 ANNI non sono mancati sequestri penali, pignoramenti, aste, vendite e cause giudiziarie, insomma, un quadro veramente complesso, movimentato ed assai variegato.

IL PRESENTE DOSSIER vuole ora documentare oggettivamente e riproporre quanto negli anni accaduto, alla luce di una REALE ED OCCULTA CONNESSIONE, circa la lunga guerra giuridica di cui sopra, ed un MISTERIOSO FURTO avvenuto nel 1980, proprio ai danni della famiglia proprietaria dell’Archivio Vasari, la cui importante refurtiva, nella quale figurano anche 3 FILZE NOTIFICATE dell’Archivio Vasari, è ancor oggi è DETENUTA ILLEGALMENTE DALL'UNIVERSITA' AMERICANA DI YALE.

CIO' CHE STUPISCE, è che la Soprintendenza, preposta alla TUTELA, CONSERVAZIONE E RECUPERO delle opere d'arte NOTIFICATE, riconosciute quindi di notevole interesse storico nazionale, PER LEGGE AVREBBE AVUTO L'OBBLIGO già da tempo, di recuperare tale refurtiva, avviando apposita procedura di rogatoria internazionale contro l’Università di Yale per ILLECITA ESPORTAZIONE; paradossalmente, proprio i funzionari della Soprintendenza, in questi ultimi 30 anni si sono invece solo ed esclusivamente accaniti nei confronti del soggetto derubato, cercando di appropriarsi e con ogni mezzo, di quanto ancora in sua proprietà e possesso: LE 31 FILZE DELL'ARCHIVIO VASARI.


Per accedere ai contenuti del Dossier Archivio Vasari Effettuare il Login

Non sei ancora Registrato ? Iscriviti Gratuitamente al Sito