Elenco Consultabile di Tutti i Documenti a Corredo del Dossier Archivio Vasari - "Le Verità Nascoste"

per aprire il file PDF cliccare sull'icona a sinistra

2018 - Dossier Archivio Vasari - "Il Tassello Mancante"

Documento di Sintesi che spiega tutta la Vicenda Archivio Vasari nel corso di oltre trent'anni, a sostegno dell'azione privata di recupero dell'Archivio Spinelli avviata dalla Famiglia Festari Rasponi Spinelli contro l'Università di Yale, fondato esclusivamente su documenti ufficiali del Mibact, della Soprintendenza Archivistica per la Toscana, del Nucleo dei Carabinieri Tutela Patrimonio Artistico e della Procura della Repubblica Italiana.

1917 - Prima Notifica di Interesse Storico dell'Archivio Vasari

Il Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, con Notifica del 23 ottobre 1917 dichiara tutte le 34 Filze dell’Archivio Vasari, di notevole interesse storico e pertanto sottoposte all'attuale disciplina di cui al titolo IV Capo II del D.P.R. 30 settembre 1963 n. 1409.

1921 - Contratto di Deposito dell'Archivio Vasari a Casa Museo Vasari di Arezzo

Nel 1921 il Conte Luciano Rasponi Spinelli, al fine di agevolare lo studio e la diffusione a favore di tutta la collettività delle preziose Carte contenute nell'Archivio di Giorgio Vasari, consegnò 31 Filze dell’Archivio in deposito perpetuo al Comune di Arezzo,  con la clausola però “che esso dovesse essere adeguatamente conservato nella casa di Vasari”, da poco adattata a Museo, pena la restituzione, in caso di “deterioramento e incuria”.

1988 - Articolo su The New York Times - L'Università di Yale annuncia l'acquisto dell'Archivio Spinelli

Già nell'ottobre del 1988, un anno prima del ritrovamento del Contratto di Deposito da parte del Conte Giovanni Festari Rasponi Spinelli, l'Università di Yale annunciava sul New York Times la notizia dell'acquisto dell'importante collezione: "Un enorme tesoro del Rinascimento italiano, antichi manoscritti e documenti della prominente famiglia bancaria Spinelli di Firenze, è stato acquistato ad una cifra non divulgata dalla Yale University".

10 novembre 199o - Denuncia di Giovanni Festari - Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze

In data 10 novembre 1990, il Conte Giovanni Festari Rasponi Spinelli, sporge denuncia presso la Procura della Repubblica di Firenze, in seguito all'individuazione, presso l'Archivio di Stato di Firenze, di svariati documenti relativi all'Archivio Spinelli, sottratti da Villa Murlo a San Casciano Val di Pesa durante il furto avvenuto nell'anno 1980.

23 marzo 1991 - Rinnovo della Notifica di Interesse Storico dell'Archivio Vasari

In data 23 marzo 1991, il Ministero per i Beni Culturali rinnova notifica sulle Carte Vasari per Interesse Storico.

8 marzo 1994 - Decreto Ministeriale sull'Archivio Vasari di Vincolo Pertinenziale a Casa Vasari in Arezzo

Con atto datato 8 marzo 1994 a firma Ministro Ronchey,su proposta della Soprintendente Paola Benigni, l’Archivio Vasari viene vincolato alla Casa Museo Vasari di Arezzo con Vincolo Pertinenziale Jure Publico.

15 aprile 1994 - Simposio dell'Università di Yale

Nei giorni 15-17 aprile 1994 fu organizzato in America, presso l’Università di Yale, un simposio nel quale venivano pubblicamente esposti i documenti dell’intero Archivio Spinelli contenenti anche le 3 Filze dell’Archivio Vasari.... quelli trafugati dalla Villa di Murlo nel furto del 1980.

1994 | 1995 - Denunce di Giovanni Festari sul Furto dell'Archivio Spinelli poi acquistato nel 1988 dall'Università di Yale

Il giorno 28 aprile 1994, il Conte Giovanni Festari, portato a conoscenza da un amico del Simposio e, sulla base del rinvenimento del materiale trafugato nel furto del 1980, ricomparso all’Università di Yale, sporge denuncia presso Carabinieri Comando Provinciale di Firenze.

In data 20 maggio 1994, i Carabinieri del Nucleo Operativo Provinciale di Firenze inviano un primo verbale sulle indagini in corso inerenti il Furto dell'Archivio Spinelli alla Procura della Repubblica.

Il giorno 27 luglio 1995, il Conte Giovanni Festari deposita atto di Denuncia - Querela in Procura della Repubblica presso Prefettura Circondariale di Firenze.

In data 20 settembre 1995, il Comando dei Carabinieri Tutela Patrimonio Artistico, a seguito delle indagini condotte sul furto del 1980 e sull'acquisto della refurtiva da parte dell'Università di Yale, comunica alla Procura della Repubblica l'esito di tali indagini, consigliando "di valutare l'opportunità di vagliare commissione rogatoria internazionale".

19 gennaio 1996 - Rinnovo della Notifica di Interesse Storico e nomina dell'Università di Yale a "Custode dell'Archivio Spinelli - Vasari"

In data 19 gennaio 1996 la Soprintendente Paola Benigni rinnova Notifica di Intersse Storico su tutte le 34 Filze dell'Archivio Vasari, comprese quelle detenute illecitamente dall'Università di Yale e nomina la stessa Università di Yale quale Custode per la Conservazione e Detenzione pro tempore delle 3 Filze dell’Archivio Vasari già sottratte nel Furto del 1980.

marzo - maggio 1996 - Corrispondenza fra Soprintendenza e Università di Yale inerente il furto dell'Archivio Spinelli - Vasari

In data 4 marzo 1996 la Soprintendente Paola Benigni informa Robert Babcock della Beinecke Library che l’Archivio Vasari è un « insieme organico e inscindibile » « dichiarato di Interesse Storico fin dal lontano novembre 1917 » e che le filze da loro detenute, sono uscite dall’Italia nel 1980, con l’Archivio Spinelli a seguito di un furto.

Il Direttore Robert Babcock il 22 marzo del 1996 risponderà a Paola Benigni che i venditori, dai quali è stato acquisito tutto il materiale nel 1988, hanno «assicurato l’assenza di notifiche» ed inoltre chiede espressamente a Paola Benigni che gli siano inviate evidenze relative alle investigazioni inerenti il furto, senza le quali sarà costretto a respingere la sua richiesta di restituzione dell'Archivio Vasari.

L'elenco dei documenti è ancora in fase di implementazione ma a breve tutto il materiale sarà disponibile online.